Il Lavoro

Molte sono le innovazioni tecnologiche che, in agricoltura, hanno permesso di migliorare la qualità e la quantità della produzione, ma ancora oggi, come nel passato, il lavoro dell'uomo è regolato dai ritmi della natura. Le principali attività si concentrano in estate ed in autunno inoltrato. In particolare, il lavoro si articola in tre fasi principali:

Aratura

1. aratura - a fine estate, il terreno viene lavorato con aratri o ripper in modo da favorirne l'ossigenazione. Successive fasi di lavorazione consentono di ridurre le zolle per la preparazione del letto di semina.
2. semina - in autunno, il seme selezionato per la semina viene depositato sul terreno e ricoperto con un leggero strato di terra.
Seminatrice a spaglio
Mietitrebbia al lavoro su un campo di Gano Duro 3. trebbiatura - in estate, il grano, ormai maturo e dorato, viene mietuto ed i chicchi vengono separati dalla spiga e raccolti.

Tra la semina e la trebbiatura si alternano uno o due cicli di fertilizzazione, che si svolgono in inverno inoltrato ed in primavera.